Dichiarazione dei redditi: nuove categorie di intermediari

Comment

Approfondimenti

Dichiarazione dei redditi: nuove categorie di intermediari

Attraverso il provvedimento n. 53616/2018 l’Agenzia delle Entrate sono state proposte delle nuove categorie di professionisti che possono esercitare l’attività di intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni dei redditi 2018, come anche dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a registrazione, queste figure sono autorizzati anche ad eseguire per via telematica dei pagamenti. Per quanto riguarda tale novità relativa alla dichiarazione dei redditi sono stati abilitati alla trasmissione telematica nei confronti dell’Agenzia delle Entrate di dichiarazioni dei redditi queste nuove figure: le società tra professionisti iscritte all’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili; le società tra professionisti iscritte all’albo dei consulenti del lavoro. I contribuenti che sono per legge obbligati a presentare il modello dei redditi, possono farlo entro le specifiche scadenze rispettando le specifiche modalità di presentazione che consistono nel ricorso ai servizi telematici messi a disposizione dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline ed Entratel), solo se si hanno in possesso le relative credenziali di accesso ai servizi online. La presentazione della dichiarazione dei redditi può venir fatta anche tramite degli intermediari abilitati come: commercialisti, Caf, associazioni di categoria. Un’altra modalità di presentazione del modello dei redditi è quella di rivolgersi direttamente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, dove è possibile rivolgersi a dei professionisti che forniscono assistenza anche per la compilazione e provvedono ad inviare telematicamente la documentazione.

Come funziona il servizio “Unico Web”

nuove categorie di intermediari

nuove categorie di intermediari

Attraverso il servizio “Unico Web” proposto dall’Agenzia delle Entrate permette di compilare e trasmettere direttamente on-line il modello Unico che deve essere presentato da persone fisiche, solo nel caso in cui non sono soggette agli studi di settore, si tratta di contribuenti che non possiedono redditi da partecipazioni o che non presentano dichiarazione Iva. Questo servizio è disponibile attraverso la registrazione ai servizi telematici Agenzia delle Entrate, così il contribuente può compilare il modello seguendo le istruzioni durante la compilazione; dopo aver trasmesso la dichiarazione con “Unico Web”, è possibile versare via web le relative imposte utilizzando lo specifico F24 Web.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.